Guida al matrimonio biologico

Guida al matrimonio biologico

0 Flares 0 Flares ×

Vivere il maniera più sostenibile e rispettosa della natura è un prerogativa che incontra i desideri di sempre più persone. Essere consapevoli dell’impatto che abbiamo sulla natura e soprattutto avere ben chiaro il quantitativo di risorse che utilizziamo e di rifiuti che produciamo è un obiettivo di lungo periodo. In questo articolo forniremo una mini guida che ci aiuterà ad organizzare un matrimonio biologico.

Alla base del matrimonio biologico stanno quattro concetti fondamentali: il kilometro zero, la stagionalità, i materiali riciclati ed il DIY.

Cominciamo con il kilometro zero. Per il vostro matrimonio scegliete sempre prodotti e servizi locali per la cui reperibilità non siano necessari lunghi tempi di percorso. Questo concetto è applicabile sia alla provenienza delle materie prime con le quali verrà preparato il banchetto, ma magari allo stesso significa ingaggiare un fotografo matrimonio locale che non debba percorrere tantissimi kilometri per raggiungervi. Questo concetto non solo vi permette di rispettare la natura, abbattendo le emissioni di Co2 connesse ai trasporti, ma vi consente anche di risparmiare sul costo di prodotti e fornitori.

Il fattore stagionalità è strettamente connesso al banchetto o al rinfresco. Per le pietanze e le bevande scegliete sempre produzioni locali e di stagione. Preferire i cibi di stagione consente di rispettare l’ambiente poiché i prodotti non vengono da lontano, di avere alimenti dalle migliori proprietà organolettiche ed inoltre come nel caso del kilometro zero di abbattere i costi per il banchetto, che solitamente si portano via una buona fetta del budget legato al matrimonio. Vedrete: ne gioirà sia il portafogli che il palato.

Il terzo fattore è quello che prevede l’uso dove possibile, di materiali riciclati. Vediamo qualche esempio. Se organizzate un matrimonio in agriturismo, per dare un tocco molto informale ai festeggiamenti, potete utilizzare delle tovagliette in carta riciclata sulle quali molte tipografie possono imprimere il tema grafico del vostro matrimonio. Ci sono tanti materiali riciclabili che possono diventare bellissimi centro tavola o decorazioni per il vostro banchetto. Il riciclo può anche semplicemente significare, riutilizzare qualche particolare vintage: un gioiello della nonna o una borsa vintage acquistata in un mercatino. Non solo farete una scelta sostenibile, ma darete contestualmente al vostro matrimonio un

Il DIY (do it yourself) è un concetto nato dalla cultura punk e non significa altro che “fattelo da solo”. Se siete dotati di manualità, creatività e tempo non c’è nessun motivo per non occuparvi di persona di alcuni dei prodotti e dei servizi di cui avete bisogno per il vostro matrimonio. Il Diy vi consente di risparmiare denaro e risorse. Qualche esempio di cose che potete fare da soli? Potete creare da soli le decorazioni per la chiesa ed il banchetto, potete preparare da soli le partecipazioni se ve ne intendete un po’ di grafica o realizzare il vostro makeup sposa da sole.

Come vedete organizzare un matrimonio biologico non è poi così difficile se sai come muoverti. Quindi guardatevi intorno e traete spunti dalla quotidianità per mettere in pratica le quattro regole sopra riportate. Vedrete vi sentirete orgogliosi e migliori.



0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×