Come risparmiare sul riscaldamento di casa

Come risparmiare sul riscaldamento di casa

0 Flares 0 Flares ×

Le case italiane consumano troppo spesso energia in quantità e la maggior parte di questa energia viene utilizzata per il riscaldamento. Per contenere la spesa ed iniziare a risparmiare sul riscaldamento bisogna tenere sempre sotto controllo, magari con l’aiuto di un contacalore, l’uso che si fa dei propri termosifoni oppure degli impianti di riscaldamento installati in casa. In media, si riescono a consumare tra i 140 ai 170 kilowatt per metro quadro ogni anno, questo perché esistono delle tecnologie ed impianti che fanno consumare molta energia, mentre invece ad oggi, sarebbe possibile riuscire ad ottenere un forte risparmio energetico sul riscaldamento, seguendo una serie di piccole indicazioni.

I consigli per risparmiare sul riscaldamento

Queste tecniche permetterebbero di ottenere un risparmio del 30 o del 40% sulla spesa del riscaldamento, mantenendo le stesse condizioni in termini di comfort e contestualmente utilizzando però una serie di tecnologie che permetterebbero una gestione totalmente diversa del sistema. Innanzitutto, è bene sottolineare che la temperatura giusta deve essere sempre compresa tra i 20 e i 24 gradi, facendo invece in modo che si alzi questa temperatura oltre a creare dei problemi di salute ci potrebbero essere anche degli aumenti sul consumo di almeno un 8 %. È bene perciò seguire una serie di consigli che permetteranno di risparmiare sul riscaldamento, senza dover rinunciare però al calore della propria casa. Innanzitutto, bisogna chiedersi se la nostra abitazione sia bene isolata perché se non è così, allora vuol dire che ci sarà una dispersione di calore che comporterà delle spese ulteriori a fine mese, e di conseguenza, a fine anno.



L’isolamento termico per risparmiare sul riscaldamento

Un altro controllo deve essere fatto sulle finestre, sul tetto, sui solai e sulle pareti, quindi bisognerà fare anche molta attenzione che porte e finestre e vetrate riescano a far entrare luce e aria, nelle stanze favorendo quindi l’arrivo del calore solare, all’interno della propria casa. Un altro controllo che bisogna effettuare per cercare di contenere quanto meno nei limiti del pensabile, il calore e la spesa per l’energia, è quello sulla caldaia. Infatti, avere una caldaia che sia efficiente è soprattutto che abbia delle tecnologie adeguate molto importanti: esistono le caldaie a condensazione che sono molto efficienti e rispetto a quelle tradizionali, hanno una spesa che sarà ammortizzata nell’arco di pochi anni, perché comunque sono in grado di rendere il 20% almeno in più, e di conseguenza, per farvi risparmiare non poco sulla bolletta.

Altri accorgimenti per risparmiare: le valvole termostatiche

Un’ulteriore occhio di riguardo, va per le valvole termostatiche che devono essere sempre verificate e gestite in modo giusto. A fare la differenza anche l’installazione dell’impianto, perché quello di riscaldamento autonomo è economico se avete una villetta unifamiliare, mentre è anti-economico se avete una situazione abitativa più vasta. Insomma, bisognerà fare una serie di controlli e cercare sempre di puntare a meccanismi alternativi di riscaldamento come le stufe a pellet, che sono ecologiche ed economiche ma soprattutto, se avete intenzione di effettuare degli interventi in grado di farvi risparmiare da un punto di vista energetico sul riscaldamento, potete anche contare sulle detrazioni fiscali previste dal governo sulla base di una serie di requisiti da prendere in considerazione.



0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×